Facciamo un gioco.

Prova a chiedere a una persona che non lavora nel settore del digital marketing, in cosa consiste il lavoro di chi opera in questo settore.
La maggior parte delle persone ti risponderanno: “gestire pagine facebook”.

Ecco, questa è la considerazione che ha ancora una buona parte del mercato, soprattutto quello delle piccole imprese in merito al digital marketing.

E non finisce qui, anche coloro che si apprestano a diventare dei professionisti in questo campo potrebbero darti la stessa risposta.
Partiamo da un presupposto di fondo: l’attività di gestione di una pagina Facebook rientra nell’area di competenza del social media marketing, che a sua volta è un ramo del digital marketing.

Per cui, associare il digital marketing al social media marketing è un errore, perché significherebbe escludere le restanti attività.
L’errore è ancora più rilevante, se consideriamo che tali attività stanno progressivamente assumendo un maggiore peso nelle attività di marketing digitale, che un’azienda, sia piccola che grande, potrebbe realizzare.

L’errore diventa imperdonabile, quando queste persone considerano il social media marketing, e quindi il digital marketing, un’attività che consiste nella mera creazione e pubblicazione di contenuti.

In questo articolo, ti dimostreremo che è vero che il social media marketing consiste nelle azioni precedentemente citate, ma è pur vero che, questa è un’attività che diviene funzionale all’aumento del fatturato di un’azienda, se l’approccio con il quale si opera è quello del funnel marketing.

Il funnel marketing

Riuscire a definire un elenco delle attività che caratterizzano il digital marketing è davvero un’impresa.

Siamo in presenza di un settore che, data la giovane età, vive una costante evoluzione.

Molte di queste attività, però, possono essere ricondotte al funnel marketing.

Il termine “funnel” in italiano assume il significato di imbuto, ed è abbastanza esplicativo in merito alla definizione di “funnel marketing”.

Di fatto, si tratta di tutte quelle attività capaci di segmentare il target, a cui si rivolge l’azienda, al fine di individuarne i “true fan”, nonché coloro che saranno disposti a comprare il nostro prodotto o usufruire del nostro servizio fino a diventare nostri fedeli clienti.

Un esempio di strategia di funnel marketing

L’enorme potenziale, che risiede nel funnel marketing, si spiega con i numerosi strumenti che si possono mettere in gioco, tra cui il famoso social media marketing.

Ma, vediamo brevemente in cosa consiste una strategia semplificata di funnel marketing.

Attirare traffico:
Per attirare traffico verso un sito o una landing page è possibile svolgere le seguenti attività:

  • SEO;
  • Facebook advertising.

Lead generation:

  • Convertire il traffico acquisito in contatti;
  • Per acquisire i contatti degli utenti potrebbe essere necessario dargli in cambio dei contenuti di valore.

E-mail marketing:

  • Alimentare l’interesse di coloro che ci hanno dato il loro contatto attraverso campagne di e-mail marketing.

Promozioni:

  • Ideare delle promozioni esclusive, che hanno per oggetto il servizio o il prodotto offerto, e inviarle tramite e-mail, soltanto a coloro che interagiscono con le nostre comunicazioni.

Quindi, una strategia base di funnel marketing richiederebbe l’utilizzo di almeno 5 strumenti (Sito o landing page; Facebook e inserzioni; SEO; E-mail marketing; Offline) e la conoscenza delle corrispondenti competenze necessarie, attinenti ai vari ambiti del digital marketing.

Ad ogni fase, precedentemente illustrata, corrisponde un’azione che, mediante l’utilizzo di determinati strumenti, è capace di filtrare gli utenti, tra chi ha un atteggiamento attivo verso i nostri prodotti e i nostri servizi e chi ha un atteggiamento passivo.

In questo modo, grazie alle automazioni offerte dai vari software presenti sul web, le aziende potrebbero acquisire online nuovi clienti, fidelizzarli e aumentare di conseguenza il proprio fatturato.

Più che una strategia, è un approccio

Queste potenzialità conferiscono al funnel marketing attendibilità e appetibilità, al punto da essere non solo una strategia, ma un vero e proprio modo di approcciarsi al digital marketing.

L’importanza che assume il funnel marketing dà nuova linfa ad attività che, agli occhi dei clienti, sembrano sterili e superficiali come appunto il social media marketing che, con questo nuovo approccio, altro non è che la fase in cui dovremo attirare i clienti presso i nostri canali.

Stiamo parlando di un orientamento strategico che, non dovrebbe interessare soltanto gli operatori del settore, ma anche i clienti e quindi le aziende che si rivolgono ad essi.

È finito, dunque, il tempo in cui era possibile considerare il digital marketing come la semplice gestione di una pagina facebook. Al contrario, siamo già nell’epoca in cui un’azienda che non “pensa” in questo modo, rischia di perdere rilevanti quote di mercato e, quindi, di scomparire.